Il nuovo Centro Iperbarico di Padova

Il Comune di Padova possedeva nel complesso dell’ex macello alcuni immobili inutilizzati, ubicati nelle vicinanze delle cliniche ospedaliere dell’Università di Padova. Uno di questi, anch’esso peraltro in condizioni di notevole degrado, era per conformazione idoneo alle esigenze di installazione della Camera Iperbarica. L’Amministrazione Comunale, verificato l’interesse della cittadinanza di avere a disposizione questo impianto, si rese disponibile a dare in concessione l’immobile, attuale sede del C.S.P. e dell’ATIP. L’impianto iperbarico realizzato quasi artigianalmente all’interno di tale struttura era comunque in grado di operare, sia per l’emergenza, sia per le terapie ordinarie. A seguito dell’interesse dimostrato dall’Istituto di Anestesiologia e Rianimazione dell’Università di Padova nella persona del Direttore prof. Giron e con il favorevole interesse della Regione del Veneto il Centro cominciò ad operare con successo anche su patologie diverse dall’embolia, patologie che potevano trarre vantaggio dalla terapia iperbarica.

Garanzia e comfort: i vantaggi della nuova tecnologia

Il nuovo impianto iperbarico di ATIP è un impianto all’avanguardia in Italia.

E’ costruito nel rispetto delle norme:

  • Direttiva Attrezzature a Pressione (PED)
  • Direttiva Macchine
  • Direttiva Compatibilità Elettromagnetica
  • UNI EN 14931:2006 Camere iperbariche per persone e
    Camere iperbariche multiposto per terapia iperbarica: prestazioni, requisiti di sicurezza e prove.
  • Linee Guida di Riferimento I.S.P.E.S.L. per la Gestione in Sicurezza delle Camere Iperbariche Multiposto in Ambiente Clinico
  • Direttiva Dispositivi Medici II B – Regola 11

Le nuove camere iperbariche sono dotate di doppi ossimetri di controllo ambientale della percentuale di ossigeno, ossimetri esalati, erogatori a bordo camera per maschere di respirazione on-demand, parla-ascolta per camera e precamera, telecamere e monitor per camera principale e precamera , rilevatori di fiamma/incendio UV+IR a sicurezza aumentata e ogni altra sensoristica a sicurezza intrinseca con opportune barriere, manometri interno camera e precamera, passaoggetti, fari illuminazione esterni tramite oblò/specole visive e altri accessori vari.

Le camere sono state studiate per un maggior comfort dei pazienti.

La console di controllo e comando è completa di monitor, comandi a pulsante e a joystick (per pressurizzazione e depressurizzazione), comunicazione audio tramite sistema di parla-ascolta, manometri analogici di visualizzazione pressione in camera e precamera con in aggiunta visualizzazione parametri da un software appositamente sviluppato.

L’impianto è dotato di sistemi di controllo per prevenire ogni tipo di situazione e di sistemi di sicurezza fino a 3 livelli per garantire la sicurezza in ogni circostanza.

+
Il nuovo centro

Il nuovo Centro Iperbarico di Padova

Il Comune di Padova possedeva nel complesso dell’ex macello alcuni immobili inutilizzati, ubicati nelle vicinanze delle cliniche ospedaliere dell’Università di Padova. Uno di questi, anch’esso peraltro in condizioni di notevole degrado, era per conformazione idoneo alle esigenze di installazione della Camera Iperbarica. L’Amministrazione Comunale, verificato l’interesse della cittadinanza di avere a disposizione questo impianto, si rese disponibile a dare in concessione l’immobile, attuale sede del C.S.P. e dell’ATIP. L’impianto iperbarico realizzato quasi artigianalmente all’interno di tale struttura era comunque in grado di operare, sia per l’emergenza, sia per le terapie ordinarie. A seguito dell’interesse dimostrato dall’Istituto di Anestesiologia e Rianimazione dell’Università di Padova nella persona del Direttore prof. Giron e con il favorevole interesse della Regione del Veneto il Centro cominciò ad operare con successo anche su patologie diverse dall’embolia, patologie che potevano trarre vantaggio dalla terapia iperbarica.

+
La nuova tecnologia

Garanzia e comfort: i vantaggi della nuova tecnologia

Il nuovo impianto iperbarico di ATIP è un impianto all’avanguardia in Italia.

E’ costruito nel rispetto delle norme:

  • Direttiva Attrezzature a Pressione (PED)
  • Direttiva Macchine
  • Direttiva Compatibilità Elettromagnetica
  • UNI EN 14931:2006 Camere iperbariche per persone e
    Camere iperbariche multiposto per terapia iperbarica: prestazioni, requisiti di sicurezza e prove.
  • Linee Guida di Riferimento I.S.P.E.S.L. per la Gestione in Sicurezza delle Camere Iperbariche Multiposto in Ambiente Clinico
  • Direttiva Dispositivi Medici II B – Regola 11

Le nuove camere iperbariche sono dotate di doppi ossimetri di controllo ambientale della percentuale di ossigeno, ossimetri esalati, erogatori a bordo camera per maschere di respirazione on-demand, parla-ascolta per camera e precamera, telecamere e monitor per camera principale e precamera , rilevatori di fiamma/incendio UV+IR a sicurezza aumentata e ogni altra sensoristica a sicurezza intrinseca con opportune barriere, manometri interno camera e precamera, passaoggetti, fari illuminazione esterni tramite oblò/specole visive e altri accessori vari.

Le camere sono state studiate per un maggior comfort dei pazienti.

La console di controllo e comando è completa di monitor, comandi a pulsante e a joystick (per pressurizzazione e depressurizzazione), comunicazione audio tramite sistema di parla-ascolta, manometri analogici di visualizzazione pressione in camera e precamera con in aggiunta visualizzazione parametri da un software appositamente sviluppato.

L’impianto è dotato di sistemi di controllo per prevenire ogni tipo di situazione e di sistemi di sicurezza fino a 3 livelli per garantire la sicurezza in ogni circostanza.

Sicurezza
La sicurezza è determinata dall’alto livello di prevenzione dei rischi attuato.
Maggiori Informazioni
Normativa
Deliberazione della Giunta Regionale sull’ossigenoterapia Iperbarica.
Maggiori Informazioni
Aggiornamenti
Le ultime news su iniziative, progetti e ricerche del Centro Iperbarico.
Maggiori Informazioni
Partners
Centri iperbarici, istituzioni e organizzazioni che collaborano con la struttura.
Maggiori Informazioni